Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas

Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas

Nel sottosuolo del centro storico di Trento vive l’antica Tridentum romana, lo splendidum municipium, come la definì l’imperatore Claudio nel 46 d.C. 

Fondata dai Romani verso la metà del I sec. a.C. per ragioni strategiche, Tridentum costituiva un importante presidio a controllo della valle del fiume Adige, asse viario di collegamento tra Europa centrale e Mediterraneo. Nel suo impianto originario essa presentava uno schema urbano regolare, scandito da larghe strade che si incrociavano ortogonalmente e delimitato da una cinta muraria con torri e fossato. La città si mostrava protetta sul lato settentrionale dal corso originario del fiume Adige.

Attraverso i lunghi secoli della sua vita (I sec. a.C. – VI sec. d.C.) Tridentum subì interventi e modifiche fino ad essere inglobata nella Trento medievale e moderna.

L’invito di questo post è una visita alla Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas.

 

Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas

Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas

Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas

Duemila anni di storia, 1.700 mq di città romana in un allestimento affascinante e suggestivo, esito degli scavi archeologici effettuati in occasione del restauro del Teatro Sociale. L’ampia area è costituita da spazi ed edifici pubblici e privati: un lungo tratto del muro della cinta urbica orientale con una torre trasformata in età imperiale in porta urbica, un esteso segmento di strada pavimentata con grandi lastre di pietra rossa locale.

Al di sotto dell’impianto stradale sono stati riportati in luce vari condotti riferibili ad un’articolata rete fognaria. Sono visibili anche alcune parti di abitazioni con ambienti domestici, pavimenti decorati con mosaici, stanze con sistemi di riscaldamento a pavimento, cortili, un pozzo perfettamente conservato e la bottega di un vetraio. L’acronimo “S.A.S.S.” (Tridentum. S.A.S.S. – Spazio archeologico sotterraneo del Sas) ricorda l’antico quartiere cittadino denominato Sas, in parte raso al suolo negli anni ‘30 del secolo scorso per fare spazio alla piazza intitolata a Cesare Battisti. 

Presso il S.A.S.S. oltre ai resti della Tridentum romana è visibile anche il video multimediale “Dentro Trento”. Si tratta di un viaggio tridimensionale a ritroso nel tempo con ricostruzioni dell’area archeologica con tecniche di realtà virtuale. Ai visitatori vengono consegnati gli appositi occhiali per la visione in 3D, grazie ai quali è possibile immergersi nell’atmosfera della Trento romana. Dai resti visibili ancora oggi prendono forma le torri di accesso alla città con il muro di cinta ed è così possibile percorrere le strade, visitare le botteghe artigiane ed entrare perfino negli ambienti domestici della domus impreziosita da pregevoli mosaici. Un vero viaggio a ritroso nel tempo. Vi abbiamo incuriosito? Non rimane che augurarvi… buon tuffo nel passato romano di Trento!

 

 

 

The following two tabs change content below.

Ultimi post di Francesco Serafini (vedi tutti)

Leave a comment