fbpx
Terragnolo, costellazione di piccoli borghi dove la memoria dialoga con la natura

Terragnolo, una valle trentina poco conosciuta ed ancora immersa nella natura incontaminata

Pittoresca valle geolocalizzata a sud del Trentino, si estende da Rovereto fino al valico della Borcola, al confine con la provincia di Vicenza. Situata strategicamente tra la Vallagarina e l’altopiano di Folgaria, vede lungo il suo territorio una costellazione di più di trenta piccoli villaggi e borghi, lungo la sponda destra del torrente Leno di Terragnolo. E’ una valle che, ancora oggi, si presenta per lo più incontaminata e poco antropizzata ma che conserva ricchi patrimoni di memorie legati sia a tempi lontani in cui la vita agreste alpina presentava difficoltà e poesie ormai dimenticate sia a tempi più vicini legati al dolore dei ricordi ed ai segni sul territorio legati alla Grande Guerra.

L’altitudine media, che varia dai 600 ai 900 metri sul livello del mare, favorisce temperature miti in primavera ed autunno e fresche nei periodi estivi. Si tratta di una destinazione suggestiva con  potenzialità notevoli di sviluppo turistico, in chiave soprattutto di turismo slow. Proprio con questa chiave di lettura vogliamo consigliarti di prenderti del tempo, di assaporare un po’ di sensazioni genuine, di fermarti in una delle malghe del territorio dove poter gustare il senso e la vera dimensione dell’uomo nel mondo.

Tutto questo lo trovi a Terragnolo? Vuoi sapere come fare per cominciare ad assaporare lo spirito di genuinità del Trentino? Ecco a te alcuni consigli preziosi…

 

Forra del Lupo – Wolfsschlucht a Serrada di Folgaria

sentiero forra del lupo trincea

La lunga trincea – per la quale si è mantenuto il nome di Forra del Lupo o Wolfsschlucht usato durante la guerra – è stata riscoperta quasi casualmente nel 2014 dopo decenni di oblio. Successivamente al recupero un gruppo di volontari ha riconosciuto la zona in alcuni dipinti di Albin Egger e nelle foto di un ufficiale austro-ungarico, Ludwig Fasser. Oggi, dopo anni di lavori (non ancora conclusi: le sorprese continuano!), l’itinerario è sicuramente uno dei più interessanti e spettacolari di questo territorio.

👉 Leggi l’articolo…

 

 

The following two tabs change content below.
Avatar
Manager di Ostello Città di Rovereto e da sempre appassionato delle Cose Belle di Rovereto e del Trentino Alto Adige. Amo escursioni in famiglia e, più impegnative, con amici in alta montagna. Scrivimi e avrai consigli, suggerimenti e proposte interessanti!

Leave a comment