fbpx
Museo Retico, un salto nella storia della Val di Non

Museo Retico, un salto nella storia della Val di Non

Immerso negli stupendi paesaggi della Val di Non, il Museo Retico ospita alcune delle più importanti testimonianze della vita della popolazione locale sin dai tempi del periodo protostorico. La struttura e l’esposizione al suo interno, curate da sapienti storici e architetti, raccontano l’evoluzione del popolo dei Reti, una civiltà stanziatasi nella valle e nelle Alpi circostanti.

A dare il benvenuto ai visitatori che varcano l’ingresso del museo è un karnyx alto circa due metri, uno dei reperti storici più imponenti e particolari rinvenuti nella valle che testimonia l’incontro dei Reti e dei Celti e delle rispettive culture. La visita poi continua seguendo una struttura a spirale che accompagna il pubblico attraverso le varie epoche vissute dai popoli della Val di Non. In particolare, lungo il percorso del “pozzo del tempo” si incontrano numerosi reperti e testimonianze della vita dei Reti dalla precoce Età del Bronzo, del Ferro e del periodo dei raccoglitori paleolitici all’Alto Medioevo passando per l’affermazione del culto cristiano.

A rendere ancora più interessante la mostra sono i racconti tramite supporti audio e video che, donano all’esposizione una dimensione multimediale e dinamica. Lungo il percorso espositivo si potrà anche trovare un piccolo gioco che permette di tradurre il proprio nome nella lingua utilizzata dai popoli retici. Grazie alla ricchezza di reperti in esposizione e alla natura interattiva, la visita offre un grande intrattenimento adatto a grandi e piccini.

Il Museo è situato in una frazione del paese di Sanzeno e nei suoi pressi si trovano numerosi itinerari di interesse storico e paesaggistico. Tra di essi segnaliamo l’imperdibile Santuario di San Romedio, un eremo che raccoglie tante chiesette e cappelle collegate da ben 131 scalini. Un’altra notevole meta a carattere storico è il Castel Thun che, ubicato a Vigo di Ton, rappresenta una delle fortezze medievali più importanti nonché meglio conservate della zona. Tra le attrazioni legate alla natura e ai paesaggi invece l’escursione nel canyon del Lago di Santa Giustina scavato dal torrente Noce con tratti accessibili ai kayak e le interminabili distese di meleti della Val di Non.

In breve come arrivare e info

Parcheggio:

🅿️ gratuito vicino al Museo Retico (guarda su maps)

Famiglie: 👶👶

Stagione ideale:🌸☀️🍂

Il Museo Retico è aperto alle visite:

  • Dal 11 settembre al 31 ottobre 2022, sabato e domenica 14:00-18:00

  • Dal 20 giugno al 10 settembre 2023, da martedì a domenica 10:00-13:00, 14:00-18:00

  • Dal 11 settembre al 31 ottobre 2023, sabato e domenica 14:00-18:00

📍 CLICCA QUI per impostare Maps ed arrivare direttamente al punto di partenza

The following two tabs change content below.
Avatar
Manager di Ostello Città di Rovereto e da sempre appassionato delle Cose Belle di Rovereto e del Trentino Alto Adige. Amo escursioni in famiglia e, più impegnative, con amici in alta montagna. Scrivimi e avrai consigli, suggerimenti e proposte interessanti!
Avatar

Ultimi post di Francesco Serafini (vedi tutti)