1. Home |
  2. Blog |
  3. Escursioni |
  4. DRAGO VAIA, IL DRAGO IN LEGNO PIÙ GRANDE D’EUROPA
Ma che ci fa un drago sui sentieri di Lavarone?

Come dalle ceneri, rinasce la Fenice: così dagli alberi abbattuti dalla tempesta, rinasce un Drago Alato sull’Alpe Cimbra. Il Drago Vaia con la sua altezza di sei metri e la sua lunghezza di sette si aggiudica il record di “Drago in legno più grande d’Europa”. L’imponente scultura, composta da ben 3000 viti e 2000 pezzi di radici e pezzi di legname, è un’opera di Marco Martalar, scultore e artista veneto. La realizzazione del drago si va ad inserire nel progetto “Lavarone Green Land”: ovvero un progetto che punta al valorizzare il territorio della zona

Ma che ci fa un drago sui sentieri di Lavarone?

Nell’Ottobre 2018 la Tempesta Vaia, un evento meteorologico estremo, devastò 42.500 ettari di foreste nell’area montana delle Dolomiti e delle Prealpi Venete. Furono 15 milioni gli alberi falciati o danneggiati in maniera irreparabile dalla furia della pioggia e del vento. Il drago, nasce in primo luogo per ridare vita agli scarti degli arbusti abbattuti dalla Tempesta Vaia. L’artista Marco Martalar ha cominciato a raccogliere i pezzi di legname vedendo in essi la possibilità di trasformarli in opere d’arte.

Mi piace pensare che tutto può prendere nuova vita ed essere sempre in trasformazione

Marco Martalar

Scopriamo insieme dove si trova il Drago Vaia di Lavarone!

La scultura è situata poco sopra la frazione di Magrè a Lavarone, a cui però possono accedere solo i residenti e gli autorizzati. Uno dei percorsi per arrivare al drago è dalla frazione Gionghi, attraverso una passeggiata di circa 45 minuti lungo un sentiero che parte dall’Hotel Fior di Roccia. Il percorso attualmente è ben segnalato con le indicazioni “Sentiero del Drago” oppure “#dragovaia”.

Un’altra opzione, per chi ama meno camminare, è quella di parcheggiare al Parco Palù e usufruire del servizio navetta che porta fino a Magrè. Il servizio è attivo il sabato e la domenica, dalle 9.30-12.30 e 14.00-17.00 fino al 6 febbraio 2022 al costo di 1,50 € andata o 3,00 € andata e ritorno. Dal punto di arrivo, per arrivare all’opera, sarà necessario percorrere un brevissimo tratto a piedi.Ostello di Rovereto - Drago Vaja

Per salire con la seggiovia invece, occorre lasciare l’auto da Bertoldi e prendere l’impianto di risalita Tablat, che sale fino allo Chalet Tana Incantata da cui si prosegue poi fino a raggiungere il Drago di Vaia. Questa può essere una buona soluzione se si preferisce non camminare troppo in salita.

NB: Durante il periodo invernale è consigliato raggiungere il drago con scarponi pesanti, ciaspole e bastoncini da trekking, o ramponi.